Che dire, siamo all’ultimo giorno di questo anno incredibilmente orrendo. Se me l’avessero raccontato non ci avrei creduto. Avevo fatto un milione di progetti per quest’anno. Sarei dovuta andare in vacanza a Bali, avrei voluto girare e far tappa nei piccoli borghi italiani. Avrei voluto sfruttare meglio l’estate, i tre mesi di ferie concessi (e direi guadagnati) alle insegnanti. E invece niente. Mi sono dovuta limitare, ho perso l’abitudine di abbracciare le persone, ho visto le mie amiche la metà delle volte rispetto a quanto avrei voluto. Sono stata messa alla prova con la DAD, per niente semplice, lavorare da casa è stato davvero un inferno. Niente più orari, niente separazione tra vita professionale e vita privata, difficoltà di comunicazione. Un inferno davvero! E devo dire che rispetto a tantissimi altri io sono stata davvero fortunata, ho sempre lavorato e quindi percepito lo stipendio per intero. Ho passato tanto tempo con la mia famiglia, e questo non mi dispiace mai. Ma nonostante tutto ciò sento di aver perso del tempo.

Per il 2021 auguro a me stessa di ritrovare la serenità, di poter riconquistare le libertà perdute, di recuperare il tempo perso. Perchè, parliamoci chiaro, a 26 anni la massima aspirazione che hai non è passare 24/24h in casa. Per quanto tu possa star bene con la tua famiglia, ad un certo punto soffochi, ti manca la socializzazione, ti mancano gli incontri con gli altri, le nuove conoscenze. E a una come me manca la novità. Sono una che si annoia in fretta, che ha bisogno sempre di nuovi stimoli, sono estremamente curiosa e piena di desiderio di conoscenza. Ho iniziato a lavorare tardi per via degli studi e adesso, con un lavoro da precaria ancora, ma comunque abbastanza stabile, avrei la possibilità di trasformare in realtà, un po’ alla volta, i sogni che ho racchiusi nel famoso cassettino. Ed anni come quello appena trascorso sono essenzialmente anni persi! Quindi sì, cercherò di riprendermi il tempo perso. Solo questo ho di buon proposito. “Solo” per modo di dire, questo racchiude mille cose diverse. Di tempo se ne perde quotidianamente. Se ci penso, ho perso così tanto tempo dietro alle persone che non lo meritavano, oppure a spiegare cose a persone che fondamentalmente non volevano capire. Ecco questo non lo farò più, non rincorrerò niente, vivrò semplicemente ciò che mi capiterà, affrontando le cose qui e ora. Sicuramente reinventerò qualcosa della mia vita per saziare il mio continuo desiderio di novità. Sì, in poche parole, spero di tornare a vivere e sorridere davvero.

E voi? Quali sono i vostri buoni propositi?

author-sign

Altri articoli:

Rispondi

error: Il contenuto è protetto dal copywrite!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: