Vi capita mai di incontrare persone che ti fanno credere di essere quelle che non sono pur di farti cadere nella loro tela?

A me è capitato spesso. Sembra che al mondo di oggi ci debba sempre essere un doppio fine in tutto. Sembra che tu non possa dimostrarti un essere sociale se non sei interessata ad andare oltre. 

Sembra che la felicità stia nella ricerca appassionata, eccessiva dire, di una persona con cui condividere qualcosa, di qualcuno con cui dividere i problemi, perchè essenzialmente questo è quello che vogliono fare in tanti. Non si parla quasi mai di valore aggiunto, si parla di divisione delle pene, che triste prospettiva. 

Sembra che non sia contemplata la felice solitudine. Sembra che non sia contemplato lo star bene da soli, il passare il tempo con se stessi ed essere soddisfatto di ciò. Si può essere felici realizzandosi e realizzando i propri desideri e i propri progetti. E questo non significa necessariamente essere sposato con i figli. Questo è un desiderio che nasce a posteriori, quando hai la fortuna di incontrare una persona che davvero fa la differenza, che davvero aggiunge a te stesso un valore. Non può essere un desiderio a prescindere, almeno secondo me.

Tante volte si parla, si parla, si parla, si parla… e poi, quando qualcuno non la pensa nel nostro stesso modo, o quando la persona ci dice la sua, in modo schietto, sincero, allora si cancella tutto quello che si era detto in precedenza. Crollano i bei discorsi, crolla la voglia di parlare, crolla l’interesse spassionato nei confronti della persona.

Vedo gente che dice di apprezzare la franchezza, la sincerità e poi, davanti ad essa, scappa a gambe levate.

È essenzialmente una cosa che non sopporto, un atteggiamento che non sopporto, anche quando viene da persone di cui, fondamentalmente, non mi frega niente. È un atteggiamento che mi sdubbia nei confronti del mondo. Sembra tutto così superfluo, superficiale, stupido, banale, monotono. Sono tutti alla ricerca di qualcosa, perdono anche il loro obiettivo principale, cercano di accaparrarsi di ogni cosa, anche non conoscendola veramente, sembra un po’ lo shopping sfrenato durante i saldi. Ma le persone non sono oggetti, forse qualcuno non lo ha capito.

Nascondi gli occhi perché non tutti meritano di vederli brillare.

Se il mondo va così, rifiuto e vado avanti.

author-sign

Altri articoli:

Rispondi

error: Il contenuto è protetto dal copywrite!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: